Giorgia, più forte di Federica «Sì, ho superato la Pellegrini»

LA PROMESSA. Ai campionati nazionali disputatisi a Roma grande risultato per un talento che sta sbocciando. La Biondani (Leosport) ha tolto a SuperFede il record sui 100 stile libero ragazze che resisteva da 9 anni. «E' stato straordinario»

 

 

Federica Pellegrini ha un' erede, grazie a Giorgia Biondani e al suo tecnico Riccardo Wenter. Quando dopo Londra 2012 la pluricampionessa del mondo appenderà la cuffia al chiodo (forse...) potrebbe essere proprio l'atleta veronese la nuova stella del nuoto italiano, almeno paragonando i risultati delle due atlete a 14 anni. Nella seconda giornata dei campionati italiani giovanili estivi di Roma Giorgia ha aperto la staffetta Leosport stabilendo in prima frazione in nuovo record italiano ragazze nei 100 stile libero con il tempo di 56"84.
Il precedente record era 56"88 di Federica Pellegrini, risalente al luglio del 2002. Il giorno dopo, nella finale individuale del 100 stile libero, l'atleta della Leosport (classe 1997) ha saputo abbassarlo ulteriormente portandolo a 56"49, con una gara di altissimo livello, passando molto veloce ai 50, grazie alle sue grandi doti di velocità di base, per poi chiuderlo con un ritorno di valore. Per Giorgia si tratta del secondo titolo in questi campionati e del terzo record in tre giorni di gare, settimo titolo consecutivo in due anni di partecipazione ai campionati italiani giovanili. Il crono dei 100, oltre a quello dei 50 sl che rappresenta ad oggi il miglior tempo stagionale assoluto, si colloca tra le migliori cinque prestazioni annuali assolute. Una nota di ancor maggiore spessore viene data dal fatto che il precedente record italiano apparteneva alla nostra campionessa del mondo Federica Pellegrini e che da nove anni non era nemmeno mai lontanamente stato avvicinato.
Il commento di Giorgia: "E' stata un edizione dei giovanili davvero ricca di soddisfazioni, sono riuscita a cogliere gli obiettivi prefissati con il mio allenatore ad inizio stagione. È stato meraviglioso poter nuotare così forte, mi sono davvero divertita. Poi poter battere un record di un' atleta forte come la Pellegrini è davvero emozionante. Sono stati giorni di vera gioia per me".
Ecco invece il pensiero di Wenter, ex nuotatore, allenatore della Biondani: "Giorgia sta crescendo molto e questa stagione lo sta ampiamente dimostrando. Il suo talento sta sbocciando gara dopo gara. Nonostante i suoi 14 anni è in grado di dare continue prestazioni di altissimo livello anche a poca distanza le une dalle altre. Dagli Eyof di Trabzon, passando per gli assoluti di Ostia ed arrivando ai categoria di Roma, Giorgia ha saputo mantenere per quasi tre settimane un livello prestativo in continua crescita. Da sottolineare la grande capacità tecnica di questa giovane atleta, in grado di interpretare la velocità con un gesto di enorme efficacia unito ad una pulizia e leggerezza rari da vedere. Giorgia nuota in un gruppo molto affiatato che vanta altri elementi di livello internazionale e nazionale, divisi tra Villafranca e Creazzo. Martino Lucatello, per esempio, ha partecipato ai campionati mondiali juniores con la nazionale azzurra in Perù. Credo che la Leosport di Villafranca dia ottime possibilità ai ragazzi di far nuoto ad alti livelli in un ambiente sano e protetto, dove il bene dell' atleta è sempre di centrale importanza. Vedere poi Giorgia nuotare al di sotto di un record storico come quello della Pellegrini è stata davvero una grande emozione. Ricordo quando Federica nuotò quel 56"88, ero in vasca con altri miei atleti e fu realmente qualcosa di straordinario. Vederlo migliorare da un'atleta che seguo tutti i giorni e che ho visto crescere è straordinario".

 

Articolo di Silvio Cametti. Fonte www.larena.it del 20/08/2011